Torna a FAI DA TE

Sostituzione interruttore o presa rotti

Sostituire un interruttore oppure una presa non è come sostituire una lampadina, ma è comunque un lavoretto che chiunque può effettuare, rispettando sempre la precauzione di staccare preventivamente la corrente.
Di prese e interruttori ne esistono tanti tipi.
Quelli cosiddetti ad incasso, tranne quelli in bachelite a corpo unico, sono costituiti da un telaio, l’interruttore o la presa e un copri telaio di materiale vario.
Occorre staccare il copri telaio, quindi svitare le viti che tengono il telaio attaccato alla cassetta murata al muro.
procedere poi a staccare i fili, allentando le vitine che li serrano, riattaccando gli stessi fili al nuovo interruttore o presa nella stessa posizione (attenzione soprattutto alla posizione del filo di terra che convenzionalmente è di colore giallo e verde). Attenzione anche che non restino parti di filo scoperto al di fuori degli alloggiamenti.
Rimontare il telaio, avendo cura che le viti non infilzino i fili, quindi rimettere a posto il copri telaio.
Per gli interruttori in bachelite (sia da incasso che esterni), la procedura è più semplice, perché il corpo è tutt’uno, quindi basta allentare le viti che li trattengono al supporto, poi la procedura è analoga.

 

Torna alla pagina Fai da te