Torna a FAI DA TE

Ostruzione scarichi di lavabi e lavandini

Causa principale dell’ostruzione degli scarichi dei lavabi è l’accumulo di capelli o residui e frammenti di sapone, oppure piccoli oggetti come il tappo del dentifricio, caduti accidentalmente.
Ispezionare, quindi, per prima cosa il primo tratto dello scarico, aiutandosi magari con una lampadina tascabile.
Se nello scarico sono evidenti grovigli di capelli, provare a tirarli su aiutandosi con un pezzo di fil di ferro curvato all’estremità a forma di uncino.
Se non ci sono particolari problemi l’intervento riesce a risolvere l’ostruzione. Completare l’opera utilizzando uno sturalavandino possibilmente quello a pompa.
Se, invece, la causa non è visibile e la parte superiore dello scarico è libera, si può provare con un prodotto chimico specifico per sciogliere i residui, facilmente reperibile in commercio).
Se anche questa operazione non riesce occorre smontare il sifone sottostante lo scarico.
Questa operazione si esegue facilmente se lo scarico è libero da qualsiasi rivestimento (piede del lavabo, mobiletti etc.), diversamente occorre prima smontare il rivestimento.
Per smontare il sifone si usano le mani oppure un giratubi, agendo in senso antiorario. Assicurarsi prima di avere messo un secchio sotto.
Svitato il sifone pulirlo all’interno dagli accumuli di residui e da qualche oggetto cadutovi accidentalmente, quindi rimontarlo, utilizzando se possibile le stesse guarnizioni, oppure usando del nastro teflon.
Dopo il rimontaggio del sifone completare la pulizia facendo scorrere abbondante acqua.

 

Torna su

Torna ala pagina Fai da te>