Torna a FAI DA TE

Manutenzione condizionatori

I condizionatori d’aria sono elettrodomestici sempre più diffusi che accompagnano le nostre giornate sia in casa che nel luogo di lavoro, negli uffici pubblici, nei negozi.
Un’accurata pulizia dei condizionatori d’aria è fondamentale sia per la manutenzione dell’apparecchio stesso e un suo corretto funzionamento, che per la nostra salute.
Esistono molti prodotti fai da te, ma per essere certi di operare al meglio sarebbe necessario seguire le indicazioni che, spesso, le Case produttrici forniscono sui loro libretti di “uso e manutenzione”.
Primo fra tutti il consiglio di far eseguire la manutenzione periodica del condizionatore
(Vedere il sito: “http://www.prontoroma.it/servizi/documentazioni.asp?doc=manutenzione-condizionatori&s=13”).
Comunque, le operazioni basilari di pulizia del condizionatore sono alla portata anche dei più inesperti e permettono di trattare i filtri e lo split interno.
Per eseguirle, con un po’ di attenzione, ci si può anche organizzare in casa.

Indicazioni Pratiche

Per pulire i condizionatori bisogna seguire alcune precise indicazioni: si tratta di raggiungere lo split installato a parete con una scala ed estrarre il filtro, avendo avuto cura preventivamente di staccare l’energia elettrica.
1. E’ necessario aprire lo sportello frontale, di solito facilmente individuabile.
2. Procedere con la rimozione del filtro antipolvere. Qui si ferma la polvere, spesso visibile, e si annidano batteri che possono essere anche molto pericolosi, tra cui il pericoloso Legionella Pneumophila, che può essere causa di fastidi e malattie delle vie respiratorie.
3. Il filtro deve essere sciacquato sotto l’acqua corrente. L’uso del sapone neutro e di una spazzola morbida può aiutare a sciogliere del tutto le incrostazioni di polvere e sporcizia. Se i filtri sono in carboni attivi o di altro materiale, consigliamo anche di leggere preventivamente quanto riportato sulle loro confezioni dalle aziende produttrici.
4. Con una spugna o un panno umido ripulire attentamente le parti interne in plastica dello split: attenzione alle alette e alle pareti interne facilmente raggiungibili a mani nude.
5. Verificare anche la condizione della griglia che protegge la ventola del motore esterno. Bisogna evitare che su di essa sia depositata polvere e sostanze attirate dall’aria esterna che potrebbero bloccare il necessario afflusso verso il compressore interno.
6. È possibile acquistare prodotti sanificanti presso centri specializzati. Spruzzandoli sui filtri e all’interno dello split è possibile ridurre ulteriormente la presenza di batteri.

Perché è utile pulire i condizionatori

Poiché i condizionatori si occupano di filtrare e poi diffondere l’aria rinfrescata, sono proprio quelle sue componenti che sono più a contatto con l’aria stessa a dover essere puliti. Insieme all’aria, infatti, sono catturate e veicolate sostanze nocive come smog, polveri, acari e batteri che potrebbe accumularsi e creare problemi. La stessa condensa che il condizionatore produce durante il suo normale ciclo di funzionamento, può spesso stagnare e generare incrostazioni dove è molto facile che i batteri nascano e prolifichino. L’aria che è sempre in circolo, quindi, rischia di diffondere tali sostanze quando i filtri, soprattutto, non sono sottoposti a regolare pulizia.
Occuparsi della pulizia del condizionatori non solo permette di evitare le problematiche di salute di cui abbiamo parlato, ma incide positivamente anche sui consumi del condizionatore stesso. Perché? Un impianto mal tenuto, infatti, peggiora il rendimento dello split, in quanto le polveri impediscono la circolazione dell’aria e rendono il condizionatore anche molto più rumoroso. Mantenere puliti i nostri condizionatori ci permetterà di farli funzionare più a lungo, evitando quindi le costose operazioni di ricambi delle parti, come le schede elettroniche e i compressori.

Consigli importanti

Non bisogna dimenticare che per eseguire una pulizia e una sanificazione completa e approfondita occorre rivolgersi ai tecnici specializzati. Infatti, per potere eseguire una pulizia davvero approfondita che interessi anche lo split interno con le sue canalizzazioni oppure le bocchette dell’aria del nostro impianto di condizionamento canalizzato, bisogna sapere bene come muoversi e dove andare a cercare le polveri accumulate durante il funzionamento dell’apparecchio.

Raccomandazioni finali

E’ consigliabile eseguire la pulitura al fine estate, in modo da evitare che la polvere accumulata durante il funzionamento si incrosti, rendendo più difficile e complessa l’operazione di pulizia l’anno successivo.

Torna su

Torna alla pagina Fai da te