Ricerca personalizzata


libro:Palermo al tempo del vinile

La storia inedita della musica pop palermitana dagli anni quaranta a oggi tra protagonisti, luoghi, aneddoti ed eventi - oltre 400 pagine - decine di foto e copertine rare e famose - centinaia di citazioni tra band, solisti e locali notturni - pop, rock, beat, punk, metal, world, folk, progressive, dance e altro ancora dalla quarta di copertina: Chi si ricorda del mitico festival “Palermo Pop 70”? O del concerto di Frank Zappa allo stadio? Quanti sono riusciti, negli anni avventurosi in cui era un’impresa ai limiti del possibile, a pubblicare col proprio gruppo un disco in vinile, e quanti ci riescono oggi grazie alle possibilità offerte dal computer e da internet? Questo libro ripercorre, primo e unico nel suo genere, oltre sessant'anni di storia della musica a Palermo o fatta da palermitani: protagonisti di ieri e di oggi, storie e luoghi del pop, del rock e non solo, spesso dimenticati o sottovalutati, ma da riscoprire come parte integrante della cultura e della memoria di questa città. Attraverso un minuzioso lavoro di ricerca e verifica delle fonti, puntando sempre al raggiungimento del massimo grado di accuratezza, l’autore ci narra una storia emozionante e avvincente per chi l’ha vissuta e preziosa per tutti coloro che vogliano conoscerla.








BILANCIO  FAMILIARE

 

Per una corretta procedura nella stesura e nella gestione di un bilancio familiare occorre seguire alcuni semplici accorgimenti, anche senza sofisticati software, bastano soltanto alcuni fogli, una penna e tanta costanza.
Si consiglia di procedere nel seguente modo:

 

  • annotare tutte le entrate , sia quelle ordinarie che quelle straordinarie e di tutti i familiari
  • raccogliere tutte le note spese
    • bollette utenze
    • fatture
    • scontrini spesa
    • ricevute condominio
    • ricevute bancarie
      • assegni
      • bonifici emessi
      • pagamento mutui
      • pagamento rate finanziamento
    • ricevute postali
      • bollettini postali
      • vaglia postali
  • riportare i dati in un modello di bilancio (non necessariamente informatizzato, va bene anche un foglio di carta) seguendo se si vuole lo schema sottostante, adattandolo alle proprie esigenze e facendo bene attenzione a non tralasciare nulla, diversamente i dati potrebbero essere falsati
  • correggere per quanto possibile le spese se sforano gli obiettivi fissati per ciascuna categoria, lasciando invariate quelle indispensabili e rielaborando quelle voluttuarie o rinviabili nel tempo


schema di bilancio familiare




Naturalmente vanno privilegiate per prima le spese fisse e inderogabili, lasciando un discreto margine per eventuali imprevisti.

Eventuali esuberi di entrate (differenze positive) andranno a costituire i risparmi di cui si parla nella pagina 'I risparmi'.

Per chi volesse cimentarsi in qualcosa di più completo e informatizzato per la gestione del bilancio familiare, può utilizzare il programma "iPase", che ho avuto modo di testare personalmente, saricabile gratuitamente dal sito www.ipase.com (occorre soltanto registrarsi).
Con iPase occorrono pochi dati indispensabili (tipo di spesa/ricavo, data, importo e tipo pagamento) per fare una registrazione.
Ma tante opzioni, utilizzabili alla bisogna: commesse, “per competenza” (oltre che “per cassa”), scadenziario, patrimonio, debiti/crediti, fornitori abituali, pagamenti ricorsivi, budget/scostamenti, possibilità di gestire un numero illimitato di auto, Conti Correnti, Carte, Immobili, Utenze, Telefoni, cambi, valute, ecc.
Funziona anche come archivio della nostra vita domestica: ad ogni registrazione si può associare una immagine (del ristorante in Francia dove sono stato?), un file di qualunque tipo (l’estratto conto dell’utenza telefonica?), una registrazione vocale.
Ma le funzionalità sono tante altre, tutte spiegate da un percorso iniziale, da un manuale in linea, da più di 20 filmati postati su Youtube (“ipaseteam”) e tramite l’uso di un Forum e di una assistenza personale support@ipase.com.
Serve solo una email, tramite la quale si riceve una chiave di accesso, che poi l’utente potrà cambiare a piacere.
Al primo impatto il programma potrebbe apparire alquanto complesso, ma poi, man mano che si utilizzano tutte le funzionalità e le opzioni, insomma ci si prende la mano, tutto appare molto chiaro e semplice. 

Torna a inizio pagina